I biscotti con il dito

IMG_20151004_095541

Questi biscotti, di tradizione antica sono passati da una vita all’altra (la mia, s’intende).

Nella prima scoperti in un piccolo ricettario e divenuti un must, hanno saltato piè pari la seconda per arrivare dritti dritti alla terza fase di questo mio spericolato e alquanto tortuoso ciclo vitale.

Conosciuti con tanti nomi diversi, per me rimangono i “biscotti con il dito”, perché proprio dall’uso del dito indice (ma solo se pulito, mi raccomando!) nasce quel vezzoso buchetto che può contenere marmellate, creme o cioccolate.

Tante palline friabili dal tipico profumo di biscotto.

Uno, secondo me, dovrebbe profumare di biscotto, per tutta la vita.

Io profumerò di biscotto.

Sempre.

 

 INGREDIENTI

Per 20 frollini di medie e piccole dimensioni

200 gr farina 00

100 gr fecola

5 tuorli sodi

200 gr burro morbido

100 gr zucchero a velo

1 pizzico sale

½ bacca vaniglia

3 cucchiai marmellata albicocche

Setacciare la farina con la fecola, lo zucchero a velo, il sale e i semini di vaniglia . Aggiungere i tuorli sodi setacciati e il burro morbido.

Formare una palla che andrà a riposare nel frigo per almeno un paio d’ore.

Accendere il forno a 170°. Formare con il palmo della mano della palline di medie/piccole dimensioni che poggerete su una placca del forno leggermente distanziate tra loro (un pochino si allargano, perciò fatele    piccine e regolari se potete).

E ora il divertimento: con il dito indice segnate un solco nel mezzo di ogni pallina e riempite il buchetto con la marmellata di albicocche (la puntina di un cucchiaino sarà sufficiente).

In forno caldo per 10 minuti circa.

Lasciate intiepidire e godeteveli.

IMG_20151004_095643

Print Friendly

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>