La Pastiera

IMG_20150405_105019

La pastiera è un dolce che richiede tempo e pazienza, ma senza dubbio regala e sprigiona emozioni simili ai  suoi aromi.

Richiede più preparazioni in tempi diversi per permettere a tutti i suoi ingredienti di amalgamarsi e di fondersi tra loro e va fatta con qualche giorno di anticipo.

Se devo raccontarvi in realtà com’è andata, io ero già pronta a fermarmi dopo aver intinto la punta del cucchiaino nella crema di ricotta e zucchero.

Ecco si, sono stata veramente tentata di chiudere la porta della cucina, spegnere tutti i mezzi di comunicazione e godermi quella meraviglia lontano da tutto e da tutti (consapevole pure del rischio di mal di stomaco, ma in quel momento poco me ne importava..), perché ne sarebbe davvero valsa la pena.

Per me la pastiera era già finita lì.

Invece a malincuore mi sono trattenuta.

Et voilà, ho fatto bene, brava!

 Ingredienti

Per 2 stampi a cerniera da 26 cm

Per la frolla

330 gr farina

130 gr zucchero

1 uovo grande

2 tuorli grandi

165 gr burro morbido

la punta di un cucchiaino di lievito

la scorzetta di un arancio non trattato

1 pizzico sale

Per la crema di ricotta

400 gr ricotta pecora ( messa a sgocciolare il giorno prima)

350 gr zucchero

3 uova grandi

2 tuorli grandi

2 ml aroma fior d’arancio (anche un po’ meno se l’aroma vi pare già intenso)

70 gr canditi (cedro e arancia)

Per la crema di grano

300 gr grano cotto per pastiere

150 ml latte intero fresco

25 gr burro

la scorzetta di un arancio bio

la scorzetta di un limone bio

 

Prendetevela comoda e un paio di giorni prima di assemblarla preparate la frolla. Montare lo zucchero con il burro, la scorzetta dell’arancio fino ad ottenere un composto cremoso. Unire l’uovo e far assorbire. Aggiungere i tuorli uno alla volta e il sale. Ora toccherà al lievito setacciato con la farina. Sopra la spianatoia, formare una palla, avvolgerla con la pellicola e far riposare in frigo senza paura.

Prossimo passo, aggiungere alla ricotta ben sgocciolata lo zucchero. Mescolare bene e lasciare che si sciolga e si amalgami bene. Mettetela da parte coperta con della pellicola.

In una casseruola, versare il latte, il grano e il burro e le scorzette degli agrumi (se le fate piccole piccole meglio ancora) e cuocere per 30 minuti mescolando spesso. Appena si sarà trasformata in una consistenza cremosa, toglierla dal fuoco e far raffreddare.

Setacciare la ricotta in un passino a maglie sottili e unire una alla volta le uova e i tuorli mescolando perfettamente. Aggiungere l’aroma al fior d’arancio e i canditi. Unire la crema di grano e far riposare coperta in frigo perché si addensi.

Ora la parte più difficile, ovvero imburrare e infarinare i bordi dei due stampi (i fondi delle tortiere li ho coperti con carta forno),stendere due terzi della frolla (più è fredda, meglio è!) in uno spessore di 5mm e rivestire gli stampi. Tenere i bordi a filo con lo stampo e bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta.

Versare il ripieno ( senza arrivare al bordo) e far raffreddare in frigo perché si compatti.

Intanto preparare con la frolla rimasta delle striscioline per decorazione ed ancora in frigo per almeno un’ora.

Preriscaldare il forno a  160° e far cuocere la torta per un’ora circa (il tempo varierà dalla grandezza dello stampo e dalla potenza del vostro forno). Comunque vale sempre la prova stecchino. Se dovesse gonfiarsi, aprire lo sportello per un attimo. Una volta giunta alla corretta cottura, spegnere il forno e lasciarla riposare con lo sportello aperto per 30 minuti circa.

Prima di servirla spolverizzatela con abbondante zucchero a velo.

p.s. Vi consiglio di prepararla un paio di giorni prima proprio per dare il tempo agli aromi di amalgamarsi. Conservatela a temperatura ambiente coperta (anche una settimana secondo qualcuno. In questa piccola cucina, la sera di pasquetta non ce n’era neanche più una briciola e qualcuno già brontolava.)

p.s. ci tengo a ringraziare  Gabila per la ricetta perfetta.

IMG_20150405_085927

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *