Tartufi al cioccolato…piccante

 

Portare la propria metà al cinema capita a volte che finisca per essere un gesto controproducente.

Ma per una come la sottoscritta partita così entusiasta, certo non sta nemmeno ad immaginarle certe conseguenze, specie quando la poveretta (sempre la sottoscritta) ha deciso (sperando di far cosa gradita) per un film romantico ambientato in una cucina delle campagne francesi con un’aspirante chef indiano sfacciatamente bravissimo e giovanissimo.

“Che dici, vediamo questo, ti va?” – in fila alla cassa

“…….mhmmmm………………..mmhmmm………….mmmhmmmmm………….”

“Preferisci un film d’azione? Una guerra??”- ormai davanti alla cassiera spazientita con gli occhiali in bilico sul naso ed io sempre più imbarazzata.

“……….mhmmmm………………..mmhmmm…………….mmmhmmmmm………….”

“Nonoamorevabenequellochehaidecisotu”

Finalmente.

E così sia.

“Bhè,che mi dici, ti è piaciuto? È stato carino, no???”

“…………….mhmmmm………………..mmhmmm………………………………….mmmhmmmm………….

…….mhmmmm………………..insomma……………………………….mmmhmmmmm………….”

E con questo entusiasmo, si spegne la luce e buonanotte.

Mattina seguente mi sveglio di soprassalto pensando di trovarmi dall’altra parte del mondo.

L’aria che filtra dalla porta chiusa è così speziata da prendermi la gola, da stordirmi, come mi trovassi in pigiama e scapigliata (non so quale delle due cose sia peggiore) nella più piccola drogheria del suk più profondo di Gurgaon.

Spalanco la porta della cucina ed è come entrare in un altoforno.

“Ma chi sei non ti riconosco? Cosa stai combinando?”

“Cosa c’è in quella pentola? Nono, non mi dire che quella cosa è la faraona ruspante il cui destino erano un letto di patatine di montagna, aglio, olio e qualche ago di rosmarino sparso qua e là e una cottura lenta lenta in forno!!!”

“E poi è tutta rossa!!!! Rossa fuoco!!!!”

“E piantala con questa forchetta davanti al naso, di certo non mi sogno di assaggiare una cosa simile di primo mattino!!”

“Sono le spezie masala che ti inebriano così, amore…..e appena appena una puntina di peperoncino…..”

“Ma come ti è venuto in mente di trasformare una faraona di cortile in un pollo tandoori??”

“E le verdure? Che fine hanno fatto?”

“Sono diventate fagottini samosa amore, la senti la cipolla, eh??”

“Sai, quel film ieri sera………..mi si è aperto un mondo…….è proprio vero che l’aggiunta di queste spezie così diverse dalle nostre possono trasformare i sapori dei piatti più tradizionali in vere delizie………rilasciando profumi indimenticabili……….senti………odora………dovresti provare anche tu……con i tuoi dolci…..buttati, sii più audace, dagli un po’ di carattere………hai sempre e solo bacche di vaniglia in mano…..”

Bene eccoti accontentato.

Adesso però levati il turbante e arrotola quel tappeto.

 

INGREDIENTI

Per 30 tartufi medi

300 gr cioccolato fondente ( al 70%)

180 gr panna liquida fresca

1 pizzico fior di sale

2 pizzichi peperoncino macinato fine

Cacao in polvere

Portare a bollore la panna in un pentolino e tritare in cioccolato.

Versare la panna bollente sopra i pezzi di cioccolato e mescolare con una frusta sino ad ottenere una crema fluida e lucente.

Aggiungere il pizzico di sale e a tentativi, senza esagerare, il peperoncino in polvere.

Assaggiate, si dovete proprio farlo per non trasformare i vostri ospiti in draghetti sputafuoco, fate attenzione, mi raccomando.

Lasciar riposare la ganache nel frigo per almeno un paio d’ore perché si rassodi.

Con due cucchiaini formare delle piccole quenelle che poi andrete a trasformare in palline non troppo esagerate.(perché più piccole sono, meglio si presentano).

Far rotolare i tartufini in un piattino con del cacao setacciato e conservare in frigo (se avanzano).

 

p.s. sono bellissimi da regalare ed e’per questo che ho deciso di fotografarli in una veste elegante e  tutta dorata.

p.s.2 l’attrezzo chiamato anche pinza dell’ultima foto altro non serve che a deporli dove vorrete senza rovinarli ed impiastricciarvi nuovamente le dita (scusa ulteriore per assaggiarne un altro paio).

Print Friendly

Comments

  1. monica says

    Interessantissima la ricetta, la proverò ma soprattutto divertentissima la storia del cinema con inaspettato e piacevole risvolto culinario mattutino. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *