Cioccolato, pane e…

Sabrine mi perdonerà se utilizzo una sua ricetta in fretta e furia, ma il destino, il fato, gli eventi, chiamateli come diavolo volete questa settimana pare siano tutti contro di me.

Posso cominciare con il raccontarvi che gli elettrodomestici di questa casa si sono coalizzati ed hanno deciso di passare a miglior vita tutti insieme a cominciare dall’aspirapolvere ancora in prognosi riservata per passare al frigorifero ancora convalescente finendo con il forno che dopo anni e anni di servizio extra ha deciso di abbandonarmi senza alcun preavviso.

Ma non finisce qui, perché qualche ora fa quell’aggeggio (che io preferisco non chiamare macchina fotografica) che un santo utilizza tutti i weekends per le foto di questo blog,  mi gioca un tiro mancino non da poco.

Sono pronta con post e ricetta deliziosa  quando scopro che le foto (pure belle!!) non presentano la solita dimensione, ma una forma oblunga quasi di melanzana.

Pronto, amore, che succede? Sei occupato, perchè è proprio urgente… bhè si, sono impegnato a dire il vero, ma se mi chiami immagino sia per qualcosa di grave. Devo preoccuparmi??? È grave, gravissimo, le foto che mi hai scaricato stamattina non vanno bene ed io sono qui e non posso postare…. pronto, pronto, ma ci sei?? E questa sarebbe l’urgenza, amore?? Mi hai chiamato per dirmi che le foto assomigliano a delle melanzane????. Forse non ho sentito bene. Clic.

Deve essere caduta la linea.

Credo dovuto al brutto tempo.

E allora non mi resta che imbacuccarmi da capo a piedi, rubare il cellulare alla farfalla (che alza gli occhi al cielo dopo dieci minuti buoni di spiegazioni, perché si sa, io e la tecnologia…) uscire con il tagliere ancora sporco e questi panini fumanti incurante del vento sferzante e delle raffiche di pioggia mista a neve che mi arrossano e mi fanno bruciare gli occhi.

Piccoli pani con cioccolato nero nero.

Non so come ho fatto a convincere il forno ad esibirsi in un ultimo spettacolo.

Qualche rapida foto e non mi resta che inviare un sms di scuse.

Senza ricevere però ancora alcuna risposta.

Magari stasera, appena apre la porta, una briciola di pane cioccolato e …mi perdona…chissà…

 

INGREDIENTI

Per 15 piccoli panini

 

400 gr farina manitoba

100 gr farina 00

100 gr zucchero

40 gr burro

100 ml latte

2 uova

1 pizzico sale

2 cucchiaini miele acacia o millefiori

25 gr lievito di birra fresco

Qualche cubetto di cioccolato fondente

 

Io ho utilizzato la macchina del pane, ma potete prepararli comunque anche a mano.

Intiepidire il latte e versare i due cucchiaini di miele e sbriciolare il cubetto di lievito finchè non si scioglie completamente. (lasciar riposare, deve formarsi una bella schiumetta).

Versare le farine setacciate ed il sale in una ciotola capiente e colare al centro il burro fuso con lo zucchero sciolto.

Mescolare il liquido con il lievito per riattivarlo e versare velocemente nella farina. Aggiungere il burro zuccherato e le uova leggermente sbattute ( tranne un paio di cucchiai) e tanta acqua tiepida quanta ne servirà per ottenere un impasto sodo e compatto (io ho preferito il latte).

Rovesciare l’impasto sul piano di lavoro e lavorarlo per una decina di minuti. Adagiarlo ancora nella terrina pulita, ungeterlo con un cucchiaio di olio e coprirlo con della pellicola per farlo lievitare in forno chiuso per circa un’ora e mezza (deve raddoppiare il suo volume).

Accendere il forno a 180° e riprendere l’impasto per ricavarne delle palline mettendo al centro un pezzetto di cioccolato fondente. Richiudere per bene e con le mani dar vita ad una piccola polpetta tonda.

Con la pasta avanzata ho preparato anche delle treccine che ho chiuso a mò di ghirlanda infilando dei pezzetti di ciocco qua e là.

Spennellare i panini con del latte mescolato con il tuorlo avanzato ed infornare per una decina di minuti, appena prendono colore (perché devono rimanere morbidi morbidi).

Mangiateli subito non aspettate troppo. O come suggerisce Sabrine piuttosto surgelateli.

 

 

 

Print Friendly

Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>