Plum cake ai frutti di bosco e passito

Volata anche questa settimana.

Tra piogge torrenziali, vento gelido e qualche fiocco di neve (ma pochi, troppo pochi per i miei gusti).

Tra guanti pesanti, sciarpe ritorte e cappelli con pon pon.

Per sfortuna o per fortuna non ho accadimenti particolari da raccontare.

Combatto i brividi, la sensazione di freddo e la consapevolezza che siamo a gennaio mangiando tanto per cambiare.

Ecco di questo non riesco proprio a farne a meno.

E chiaramente non mi nutro di sedano e finocchi.

Ormai in questa cucina pare non sia più possibile cucinare un petto di pollo alla piastra, perché verrebbe accusato all’istante di dispensare malinconia e tristezza e pure le insalatine non sono più ine, ma sempre ultra rinforzate.

E come se non bastassero le calorie, ora mi ubriaco pure a forza di assaggiare questo esperimento (ma la base vi giuro che è super collaudata!!) sia da crudo che da cotto.

Non chiedetemi quante volte: ho perso il conto e in matematica faccio seriamente schifo.

Ricordate però che per le fettine di questo plum cake alcolico (ma non è vero, sto esagerando!) vige una  regola: devono essere rigorosamente tagliate spesse e mai in un numero dispari!

La vita già è così dura di suo..

 

 

INGREDIENTI

Per due stampi da plum cake medi

430 gr farina 00

250 gr burro

300 gr zucchero a velo

25 gr miele d’acacia

5 uova

100 gr fecola

10 gr lievito per dolci

1 pizzico sale

100 gr latte

50 gr vino passito di Pantelleria

250 gr frutti bosco essiccati

 

Accendere il forno a 170°.

Mescolare il burro morbido con lo zucchero a velo e il miele.

Aggiungere un uovo alla volta lentamente facendo attenzione che i prodotti si amalgamino bene.

Versare il latte, il vino e il mix di farina, fecola e lievito setacciati.

Per ultimi i frutti di bosco leggermente infarinati.

Rivestire due stampi da plum cake medi di carta forno ed infornare per circa 40 minuti (stecchino asciutto – dolce cotto).

Far raffreddare su una griglia ed aspettare un paio d’ore prima di gustare.

Print Friendly

Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>