Soda bread alle erbette di giardino

Anche questi piccoli pani sono usciti dal forno in una giornata uggiosa e anche questi compongono la sezione “cibo di conforto”.

Sto pensando che se continuo così dovrò davvero farne una pagina con questo elenco di pietanze dolci e salate che mi fanno tanto, ma tanto bene al cuore.

Alcune vecchie di anni, altre  ricordi d’infanzia, altre nuove mai sperimentate, ma che subito mi prendono e mi regalano un sorriso.

I soda bread non hanno bisogno di riposo, né di lievito di birra, altro motivo per il quale subito mi hanno ispirato simpatia.

Perché lo sapete che non ho un gran feeling con questo baking.

O meglio, è lui a non amarmi nemmeno un po’.

Corsi e corsi di lievitato in questi anni senza alcun risultato positivo appena varcata la soglia di casa con le dispense e i pacchi di farina plus fort…

Lo compro ancora e lo ficco nel carrello di nascosto, con noncuranza, nel disperato tentativo che non si renda conto di essere finito nelle mie mani. Lo uso con delicatezza, direi quasi con amore e lui ignaro, spesso sembra farmi l’occhiolino crescendo a dismisura tanto da farmi pensare ”ci sono, questa volta ci sono, non ha capito che sono io”.

Nel forno lo ripongo lentamente, piano, con cura, senza quasi nemmeno osare un sospiro.

Ma è al momento di sfornarlo che questo screanzato mi gioca uno dei suoi soliti tiri mancini  tanto da scorgere il suo sorriso beffardo tra i panetti duri e striminziti dalle mille forme.

Per esperienza allora inutile trattenere qualcuno che non ti ama.

Meglio passare ad altro che in questo caso si chiama bicarbonato..

 

INGREDIENTI

 

450 gr farina 0 (più quella che serve per legare l’impasto)

2 cucchiaini bicarbonato di soda

2 prese abbondanti sale

1 manciata erbe del giardino (basilico, timo, maggiorana, salvia, rosmarino)

50 gr parmigiano grattugiato

2 dl latte a temperatura ambiente

3 dl yogurt bianco

1 cucchiaio miele millefiori

2 cucchiai olio evo

 

In una ciotola capiente mescolare la farina setacciata con il bicarbonato, le erbette fini fini e il sale. Nel centro versare l’olio, il miele, il latte e lo yogurt.

Impastare bene nella ciotola fino ad ottenere una consistenza morbida. Trasferire l’ impasto in una spianatoia infarinata e lavorare con energia per almeno 5 minuti.

Stendere la pasta ad una altezza di 2 cm circa e tagliarla in piccoli triangoli. Spennellare la superficie con del latte ed infornare a 200° per 15/20 minuti circa.

Mangiateli ancora tiepidi, farciti con del formaggio erborinato o un salume saporito.

 

Print Friendly

Comments

  1. says

    devo provare questo pane…ne sento spesso parlare,..
    Posso passare da te per uno spuntino? E tante chiacchiere… ;)
    Anche io oggi comfort food…un risotto però.
    Mi farebbe piacere se partecipassi al mio nuovo contest…fai un giretto se vuoi!
    Buonissima serata

    • says

      Ciao cara, ti aspetto quando vuoi!!! bello il tuo risotto, mi piace molto!!! e anche il tuo contest è invogliante. Mi piacerebbe partecipare anche se il tempo è poco ed io continuo a girare come una trottola……ho le batterie un pò scariche, mi credi??? ci provo però e ti faccio sapere. un abbraccione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>