I Canestrelli

Non ricordo quando è iniziato il periodo esatto delle mie “manie” alimentari.

Se sbircio nella scatola “dell’archivio” che mi ritrovo in zucca, attraverso gli ultimi mesi della maturità tra tesine di storia ed equazioni con la follia per le angurie.

Angurie tagliate a metà e gustate (meglio dire scavate…) con il cucchiaio  “pucciandoci” sacchetti giganti di pane biscottato.

Evito per il vostro bene di soffermarmi sul particolare per nulla minimo che mi costringeva ad usare solo abiti stile impero e l’impellente necessità di avere sempre a portata di mano un bagno per passare al periodo del “lattemania” a colazionepranzocenamerenda e persino aperitivo con qualsiasi tipo di piatto e portata.

Poi è arrivata la “menta”. Acqua e menta, latte e menta, frullato alla menta, gelato alla menta, biscotti alla menta, pollo e menta, panna cotta alla menta, thè alla menta….

Successivamente fu vero amore per il pompelmo (e grazie al cielo, aggiungo! Finalmente mi ero resa  conto che qualche settimana a stecchetto non mi avrebbe fatto male per nulla, anzi!!) per proseguire con quella delle uova (si, ma solo sode!!!) divorate persino il mattino all’alba.

In seguito sono stata colpita dalla febbre del “latte condensato” specie in barattolo, mio preferito senza dimenticare l’ossessione più comune per il cioccolato cremoso del famoso vasetto.

Dei canestrelli, altra pesante fissazione, vi lascio invece la ricetta. Ma vi lascio soprattutto le ditate di zucchero a velo sparse un po’ dovunque  e senza alcun ritegno…perdonatemi, è inconscio, altrimenti non sarebbe una mania, no???

 

Ps. Pare che anche le manie si tramandino. Questo post è nato nel vedere la farfalla intingere frollini al cioccolato in un bicchierone di acqua e menta di prima mattina..brrrrrr!!

 

 

INGREDIENTI

 

250 gr burro morbido

300 gr farina 00

1 tuorlo

100 gr zucchero

½ cucchiaino rum

Scorza grattugiata limone bio

 

Lavorare in crema il burro con lo zucchero e la scorza grattugiata di limone. Aggiungere il tuorlo, il rum e la farina. Impastare il tutto molto velocemente, formare una palla che lascerete riposare in frigo per almeno un paio d’ore.

Stendere l’impasto con  il mattarello allo spessore di 1 cm su una spianatoia leggermente infarinata e con l’apposita formina (ma qualsiasi forma di vostro gradimento è permessa!)  ricavare dei biscotti che appoggerete sulla placca del forno già caldo (140° circa) ben distanziati.

Non devo colorare troppo, perciò vi consiglio una cottura che non superi i 10 minuti.

Una volta raffreddati su una gratella, spolverarli di zucchero a velo.

Print Friendly

Comments

  1. Giulia says

    Ciao Barbara! Ho “creato” i tuoi Canestrelli….un solo aggettivo: ECCEZIONALI!!! Un bacio e buona serata….
    GIULIA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *